NUMERO
2 - 2013
In primo piano
I campi estivi scout di quest’estate sono stati caratterizzati da “una grande voglia di fare”...
di Maurizio Crippa
... A casa mia si fa la raccolta differenziata e si pratica la spesa a kilometro zero...
di Maurizio Crippa
BRANCA L/C
Sono le 8.00 e mi sto preparando per partire per il campo scout, una settimana che passerò in mezzo alla natura più verde a le Prese, vicino a Sondalo, in compagnia dei miei amici scout...
di Costanza Mussi - Branco LC1
BRANCA E/G
il campo, che sorpresa…
di Roberto Colombo - Capo Reparto LC3
Sei metri di lunghezza e 1 e mezzo di larghezza. Sono le misure dell’impresa di un gruppo di esploratori che, di fronte alla difficoltà di attraversare il torrente al campo di reparto, non si è arreso e ha fatto un progetto...
di Anna Maria Rusconi
I genitori si sono messi a giocare! I bambini ridono, i ragazzi sorridono... Ma che cosa fanno? Che vergogna, quello vestito da inglese è mio papà...
di Anna Maria Rusconi
BRANCA R/S
Associazioni, nomi e numeri contro le mafie
di Beppe Cortona
Anche quest’anno la route è stata unica ed irripetibile. “Come sempre”, mi dirà il lettore...
di Maurizio Andreotti - Maestro dei Novizi LC3
La voce della Cooperativa
Ho letto con attenzione il libro che ogni custode spinge a far comprare dai Gruppi che sostano al Campo Scuola...
di Piergiorgio Licini
Giuliano Vermiglio, scout dagli anni settanta e poi Capo Reparto...
di Beppe Cortona
L'uscita della Cooperativa il 27 ottobre e...
di Giusi Negri
Scolte ancora
Ogliastra, 5 - 11 Settembre 2013 E' questa terra benedetta, l’Ogliastra, ai piedi del Gennargentu (porta d’argento)...
di Anna Rossi e Mariarita Maggi
Scolte ancora


GUARDA LA GALLERIA


ROUTE DELLA PORTA D'ARGENTO
di Anna Rossi e Mariarita Maggi

Ogliastra, 5 - 11 settembre 2013

" La terra che andate a prendere in possesso è una terra di monti e di valli, beve l'acqua della pioggia che viene dal cielo; è una terra della quale il Signore, tuo Dio, ha cura e sulla quale si posano sempre gli occhi del Signore, tuo Dio, dal principio dell'anno sino alla fine". (Dt. 11,11-12)


E' questa terra benedetta, l'Ogliastra, ai piedi del Gennargentu (porta d'argento) che il nostro gruppo di ex guide dell'AGI ha scelto per l'annuale Route che abbiamo voluto intitolare proprio "Porta d'argento" in sintonia, forse, con quella "età d'argento" che quasi tutte abbiamo oltrepassato.
Questa meta è stata proposta sia per ricordare la Route in Sardegna del 1949 di un gruppo di Milano di cui erano presenti tre testimoni, sia per mantenere vivo l'impegno con Nina Kaucisvili, fondatrice dello Scoutismo nel 1945, che ha guidato il nostro gruppo per 15 route.


Nonostante le difficoltà di salute e la fatica, abbiamo constatato che l'entusiasmo ci aiuta a mantenere lo spirito aperto, a custodire interesse per incontri con realtà diverse, persone, ambienti, natura, arte ed a rivivere la fraternità scout.
In questi giorni ci è stato proposto di oltrepassare alcune "porte", cioè di svolgere alcuni temi su cui meditare lungo le giornate, da sole o insieme. Con l'aiuto di Betta siamo state condotte a riflettere sull'"ascolto", la disponibilità ad aprirci verso l' altro; sul "dialogo", per capire ed accettare il nuovo e il diverso; sulla "responsabilità" che nel corso degli anni abbiamo costruito, sul "cammino interiore", sulla "serenità", che è elemento essenziale per trovare un equilibrio fra tutto ciò che lentamente ci viene a mancare con il progredire dell'età e ciò che comunque riceviamo ogni giorno dalla mano provvida del Padre. Infine abbiamo riflettuto sulla "fedeltà" come impegno a non tradire i sogni che hanno connotato la nostra giovinezza.


Il paesaggio dell'Ogliastra presenta grande varietà di spazi: scorci di una natura spesso selvaggia e aspra, grotte e formazioni calcaree di origine antichissima, resti archeologici particolari accanto a idilliache vedute pastorali e ad un mare cristallino. La flora lussureggiante presenta esemplari autoctoni ed alberi monumentali.


Abbiamo apprezzato in modo particolare la cordiale accoglienza e la disponibilità dei Sardi,a partire dagli autisti, ai ferrovieri del Trenino Verde, ai parroci di Lanusei, Fonni e Ulassai, ai ragazzi della Cooperativa Goloritzé. Il professore Tonino Loddo ci ha offerto un'appassionata descrizione della sua terra e ha collaborato all'organizzazione del nostro soggiorno; il signor Carlo, responsabile dell' Osservatorio Astronomico di Lanusei, ci ha illustrato la nascita, la costruzione e l' utilizzo dell' Osservatorio. Ci è stata anche data la possibilità di esplorare il cielo stellato che, attraverso le suggestive immagini delle infinite galassie e costellazioni, ci ha fatto sentire ancora più piccole.


La visita al Monastero Benedettino "Mater Unitatis" di Lodine ci ha introdotto alla vita monastica di queste Suore di Clausura che rivolgono la loro preghiera soprattutto all'unità della Chiesa. Questa scelta è stata fortemente voluta dalla fondatrice della Congregazione, Madre Maria Giovanna Dore, già nel 1940. Madre Scolastica, la giovane Badessa del Monastero, vive sulla propria pelle la divisione tra i Cristiani: è suora cattolica con il padre di religione evangelica.


La visita alla Stazione dell' Arte Contemporanea a Ulassai - museo creato da Maria Lai (1919-2013), originaria del paese - mette in evidenza il lungo percorso di questa eccezionale artista, caratterizzato da una continua sperimentazione di materiali (creta, ferro, stoffa, fili, carta, vegetali, ecc.) e forme che appaiono indissolubilmente intrecciati con la cultura della sua terra. Attraverso questa sua attività ha svolto un'opera di avvicinamento e sensibilizzazione all'arte rivolta agli abitanti del paese sino dalla prima infanzia.


Questa Route, ricca di stimoli, percorsi, visite, incontri, visioni incantevoli della natura in tutti i suoi aspetti, sarà ripensata e rivissuta con gioia profonda nel nostro quotidiano.