NUMERO
1-2014
In primo piano
a che punto siamo
di Maurizio Crippa
la Route nazionale RS 2014 (e il ricordo della Route della mandria 1975...)
di Maurizio Crippa
Come sono preparati Clan/Fuoco e Noviziato lecchesi
di Maurizio Crippa
BRANCA L/C
di Aldo Maggi
di Piergiorgio Licini
BRANCA E/G
di I custodi della Casa Scout ai Piani Resinelli
BRANCA R/S
La missione della Cooperativa fondamentalmente รจ una sola...
di Beppe Cortona
La voce della Cooperativa
In ricordo di Osvaldo Gheza
di Don Francesco Scanziani e Stefy Lusenti
di Clemente Domenici
di Andrea Baggioli
TESTIMONE INSTANCABILE DELLA "BUONA NOVELLA"
di Don Andrea Lotterio
In primo piano




STRADE DI CORAGGIO - L'intervista
di Maurizio Crippa

Dall'1 al 10 agosto della prossima estate 32mila rover e scolte da tutta Italia si ritroveranno a San Rossore, in provincia di Pisa, presso l'ex tenuta del Presidente della Repubblica, per la Route Nazionale 2014. Nell'immenso parco immerso nella macchia mediterranea, gli R/S, raggruppati in comunità provenienti da regioni diverse, percorreranno una route mobile dall'1 al 5 agosto, per poi partecipare alle attività al campo fisso dal 6 al 10 dello stesso mese.


Requisito fondamentale per partecipare, oltre all'immancabile entusiasmo, lo svolgimento del Capitolo nazionale da svolgersi nel scorso di questo anno scout attraverso un'azione politica vissuta da protagonisti.


Andiamo a scoprire come si sono preparati i Clan/Fuoco e il Noviziato lecchesi.

 

1. Il vostro Clan-Noviziato parteciperà alla Route?
Lc1-2: Il Clan Lecco 1-2 parteciperà insieme al noviziato, per un totale di 41 persone, di cui 4 capi. Faremo la prima parte della Route, ovvero quella mobile ospitati da un altro clan, che però non ci è ancora stato abbinato.
Lc3: Sì. Partecipare alla route nazionale di noviziato significa andarci di comunità R/S, ovvero con il nostro clan...

 

2. Con quali motivazioni/proposte lo illustrerete ai ragazzi?
Lc1-2: Abbiamo proposto ormai un anno fa al Clan di partecipare alla Route Nazionale presentandola come un avvenimento storico, come una grande occasione di confronto con 25mila altri scout e come uno stimolante e difficile cammino che avrebbe richiesto un anno molto impegnativo, ma ricco di soddisfazioni.
Lc3: La partecipazione alla route nazionale è stata decisa da parte della Coca e del Clan l'anno scorso. Visto che è un evento più unico che raro, abbiamo pensato di cogliere questa opportunità; certo, l'impegno richiesto durante l'anno per svolgere il Capitolo nazionale è importante e dovremo essere bravi tutti, capi e ragazzi, a bilanciare bene i tempi delle varie attività cui abbiamo pensato a inizio anno.

 

3. Nel caso voleste fare la Route da soli, quali sono le ragioni della scelta?
Lc3: Visto che partecipare alla route nazionale di noviziato significa andarci di comunità R/S, lavoreremo per stringere i tempi e proveremo a fare organizzare i ragazzi l'intera route di Pasqua.

 

4. Avete già cominciato a parlarne? Come è stata presentata la Route? Secondo voi, i ragazzi hanno mostrato interesse a partecipare?
Lc1-2: La scelta di partecipare alla Route è stata fatta dai ragazzi in piena autonomia. Nel febbraio 2013 il Clan ha deciso di preiscriversi, mentre a ottobre, dopo una lunga e attenta riflessione, i rover e le scolte hanno deciso di confermare la partecipazione, pienamente coscienti del percorso di preparazione necessario (capitolo, molti autofinanziamenti) che avrebbe occupato tutto l'anno. Parallelamente i Maestri dei Novizi hanno fatto lo stesso con i novizi.
Lc3: Sì, ne parliamo già dall'inizio dell'anno in quanto la route non sono solo i dieci giorni di campo in agosto, ma prevede un capitolo sul coraggio da sviluppare durante l'anno.

 

5. Avete già letto il "manifesto della Route"?
Lc1-2: Abbiamo condiviso con i ragazzi tutti i documenti preparatori.
Lc3: Il sito della route e tutti i materiali sono stati visti già da un anno a questa a parte e controllati di tanti in tanto. Inoltre c'è il canale informativo dei social che permette di restare aggiornati sulle ultime novità in tempo reale.

 

6. Quale sentiero di coraggio avete scelto?
Lc1-2: Abbiamo scelto "il coraggio di ricominciare" inserito nella strada "Il coraggio di liberare il futuro", con la particolare declinazione di ricominciare in un altro paese, quindi con riferimento all'immigrazione in Italia, ma anche agli italiani che cercano migliore fortuna all'estero.
Lc3: Il noviziato svilupperà una parte del tema scelto dal clan.

 

7. Il tema scelto vi sembra interessante?
Lc1-2: Il tema ci sembra sicuramente attuale e adatto ai ragazzi dei giorni d'oggi; essendo molto vario, ha lasciato grande libertà al Clan di scegliere un filone di proprio interesse.
Lc3: Certamente, è un tema che ci permetterà di confrontarci e di ragionare in modo critico e propositivo sul senso che vogliamo dare alla nostra presenza sul territorio.

 

8. Pensate di fare qualcosa insieme per la preparazione tra tutti le unità RS di Lecco e Cernusco?
Lc1-2: Il gruppo del Cernusco non partecipa alla Route Nazionale. Quanto al tema del coraggio, sarà dedicata parte della Giornata del Pensiero che vivremo con il Lecco 3.
Lc3: Come noviziato gli impegni "obbligatori" per la Route sono già stringenti: oltre a dover lavorare con il nostro Clan (una cosa che in un anno "normale" è decisamente più leggera in termini di tempo ed impegno), a febbraio parteciperemo al convegno regionale, dove ci confronteremo con altre comunità RS.