NUMERO
1 - 2013
In primo piano
un rapporto in continuo rinnovamento >>
di Maurizio Crippa
nasce PLP online!
di Lalla Pellegrino
Se sei scout, chiedi al tuo capo di scrivere, se sei... info@puntolineapunto.it >>
di La redazione
BRANCA L/C
La comunità vacilla, ma alla fine i migliori restano...>
di Akela - Lecco 2
BRANCA E/G
L'impresa è sicuramente un'esperienza molto importante... >
di Capi Reparto Lecco 1
La giornata di chiusura delle attività del gruppo di Cernusco Lombardone ha fatto vivere un'esperienza speciale... >>
di Lucia Zocchi
BRANCA R/S
Come un gruppo di ragazzi riscopre il valore e la diversità della famiglia nel 2012 tra fede, politica e amore
di Clan "La scure" - Lecco 3
La voce della Cooperativa
Ecco, passo dopo passo, gli obiettivi raggiunti nel tempo >>
di Clemente Domenici
Tutti insieme abbiamo venduto più di 32.000 biglietti!
di Antonio Colombo - Coop.Progetto Scout
Il Consiglio della Cooperativa Progetto Scout approva il nuovo progetto editoriale >>
… tutti gli scout che non riescono a stare zitti a messa!
di Vittoria Frigerio
Scolte ancora
Il 7 marzo 2013 è tornata alla Casa del Padre Mirella Malfatto >>
Lecco, 17 Febbraio 2013
di Abete nero
Scolte ancora
MIRELLA, UN NUOVO GRANDE CERCHIO

Il 7 marzo 2013 è tornata alla Casa del Padre Mirella Malfatto, una delle prime Guide e Capocerchio, forse più conosciuta col suo Totem "Lupo randagio". Maestra storica delle Scuole di Rancio e ancora presente a tutte le iniziative scout, quale Socia e sostenitrice della Cooperativa, se ne è andata in silenzio, dopo tre mesi di ricovero per una frattura del femore a cui sono seguite complicazioni letali. Tantissime sono le Coccinelle che lei ha guidato lungo i sentieri del bosco per prepararle a scelte che avessero valori di vita, pur nella semplicità e adeguatezza all'età di Coccinella: la B.A., il fare meglio, l'"Eccomi " del Motto della Coccinella, la lealtà e i piccoli servigi a chi aveva bisogno sia in casa che al campo o alla riunione.

 

Parecchio tempo fa aveva già scelto e affidato a una Scolta una pagina da Lei scelta affinché fosse letta quando se ne sarebbe andata per l'ultima route:

 

A COLORO CHE HO AMATO E A COLORO CHE MI HANNO AMATA

 

Da quando sono partita ho tante cose da fare e da vedere.
Non piangete pensando a me,
siate contente per gli anni belli che abbiamo passato insieme.
Io vi ho donato il mio amore e la mia amicizia,
e voi non potete immaginare la felicità che mi avete dato.
Io vi ringrazio dell'amore che ognuna mi ha dimostrato.

 

Adesso è arrivato il tempo di viaggiare da sola.
Siate tristi, ma solo per un momento.
La fede vi porterà conforto e consolazione.
Noi saremo separate per poco.
Lasciate che i ricordi calmino il vostro dolore,
io non sono lontana e la vita continua.

 

Se avete bisogno, chiamatemi, e io verrò.
Anche se voi non potete vedermi o toccarmi, io sarò là,
e se voi ascolterete il vostro cuore
sentirete chiaramente la dolcezza dell'amore che io vi porto.
E quando sarà l'ora di partire anche per voi
io sarò là per accogliervi:
assente dal mio corpo ma presente con Dio.

 

Non andate sulla mia tomba a piangere,
io non sarò là, io non dormo, ma vivo in Dio.
Io sono nel vento che soffia,
io sono nelle scintille dei cristalli di neve,
io sono nella luce che attraversa i campi di grano,
io sono nella dolce pioggia d'autunno,
io sono nel canto degli uccelli nella calma del mattino,
io sono nella stella che brilla nella notte.
Non andate sulla mia tomba per piangere.

 

Io non sono là.

(Autore sconosciuto)

 

Aveva chiesto anche che alle sue esequie fosse messo sulla bara il Cappellone scout e bucaneve o ciclamini a seconda della stagione... e aveva precisato con quali canti accompagnarla pregando insieme per lei che saliva nel Cerchio dei Beati.

 

Abbiamo cercato di accontentarla cantando e pregando nella Comunione dei Santi che rende presente con il dolore la speranza e l'abbiamo salutata così:

 

Lecco, 9 Marzo 2013 - Alle esequie di Mirella Malfatto - Chiesa dei Cappuccini

 

Già da tempo ci avevi chiesto di mettere sulla tua bara il cappellone scout e non potevamo dimenticare questo desiderio della nostra Capo. Siamo le tue COCCINELLE diventate ormai adulte, siamo le tue amiche GUIDE, con cui hai camminato per tanti anni e che hanno condiviso con te la scelta dello Scoutismo:
"servire Dio, la Chiesa, la Patria e aiutare il prossimo in ogni circostanza, fedeli ad una Promessa e ad una Legge che hanno segnato tutta la nostra vita.


Con noi ci sono qui tanti tuoi scolari che hai educato a diventare uomini e donne, tanti amici e soprattutto i tuoi amatissimi nipoti.
Di loro ci raccontavi tutto perché erano la tua adorata famiglia. Oggi, pur nella tristezza del distacco, ci stringiamo a loro con affetto fraterno.


Siamo qui a pregare con te che ci precedi nella Casa del Padre, dove ci riuniremo ancora in un Grande Cerchio, come ben recita il nostro canto dell'Addio. Tienici il posto!


Ultimamente, a causa della tua situazione, comunicavamo solo con messaggi e quindi anche oggi vogliamo ascoltare il messaggio che ci mandi attraverso le parole di Charles Peguy, l'autore che abbiamo letto e meditato tante volte:


"La morte non è niente, io sono solo andato nella stanza accanto.
Io sono io, Voi siete voi.
Ciò che ero per voi lo sono sempre.
Datemi il nome che mi avete sempre dato.
Parlatemi come mi avete sempre parlato.
Non usate mai un tono diverso.
Non abbiate un'aria solenne e triste.
Continuate a ridere di ciò che ci faceva ridere insieme.
Sorridete, pensate a me, pregate per me.
Che il mio nome sia pronunciato come lo è sempre stato. Senza alcuna enfasi, senza alcuna ombra di tristezza.
La vita ha il significato di sempre.
Il filo non è spezzato.
Perché dovrei essere fuori dai vostri pensieri? Semplicemente perché sono fuori dalla vostra vista?

IO NON SONO LONTANO, SONO SOLO DALL'ALTRO LATO DEL CAMMINO"

 

 

Recitiamo con te la Preghiera della Guida...